Lezione di cucina napoletana #3: il coniglio all’ischitana

Ieri ho comprato un coniglio per fare una cosa di cui vi dirò nei prossimi giorni. Me ne serviva davvero poco, quindi con il resto ho chiesto a Luigi di fare il coniglio all’ischitana, una ricetta della cucina napoletana tipica dell’isola di Ischia, che consiste nel cucinare il coniglio con aglio (tanto), olio di oliva, sale,… Continua a leggere Lezione di cucina napoletana #3: il coniglio all’ischitana

Lonza farcita di prugne e noci

Ehi bentrovati! Finalmente ho tempo di scrivere! La scorsa settimana sono stata impegnata nella realizzazione di un Cooking Team Building insieme al mio amico Fabrizio Lovison, che vedete qui in foto. Di cosa si è trattato? Di un gioco a squadre, che si svolge in un “altrove” rispetto all’azienda e stimola la capacità di lavorare in gruppo per… Continua a leggere Lonza farcita di prugne e noci

Nino La Quercia (detto LU BOSS) e il segreto degli arrosticini

Se siete in Abruzzo, e per caso siete dalle parti di Ortona (CH) e ancora più per caso state passando per Villa Caldari dovete assolutamente fermarvi a cena da Nino La Quercia. Non è un bar, non è una trattoria, non è un’osteria ma è l’anello di congiunzione tra i tre. Immaginate una grande fornacella… Continua a leggere Nino La Quercia (detto LU BOSS) e il segreto degli arrosticini

… e la trippa alla romana?

Il calendario alimentare di Nonna Idima aveva qualcosa in comune col calendario gregoriano: la granitica prevedibilità. Giovedì gnocchi, venerdì pesce, sabato trippa per lei non erano semplici modi di dire, ma vere e proprie prescrizioni gastronomiche, alle quali si atteneva scrupolosamente. A onor del vero, mio nonno Tiziano, il marito di Idima, spesso sparigliava le carte in tavola,… Continua a leggere … e la trippa alla romana?

La trippa alla Fiorentina del Beccaio di San Lorenzo

Mio nonno, Tiziano Fughelli, classe 1926, fornaio in Bologna, apparteneva alla generazione che non sapeva cosa fossero le “ferie” né cosa significasse la parola “vacanze”. Ad eccezione di Natale e Pasqua, il Panificio Fughelli era sempre aperto e anche durante le feste comandate nonno scendeva comunque in forno a pulire locali e attrezzature oppure a… Continua a leggere La trippa alla Fiorentina del Beccaio di San Lorenzo