Quando le cozze vanno nell’orto, ovvero tagliatelle al pomodoro con cozze e ortaggi di stagione

“Non si vive di solo pane, è vero: ci vuole il companatico; e l’arte di renderlo più economico, più sapido, più sano – lo dico e lo sostengo – è vera arte. Riabilitiamo il senso del gusto e non vergogniamoci di sodisfarlo onestamente, ma il meglio che si può, come ella ce ne dà i… Continua a leggere Quando le cozze vanno nell’orto, ovvero tagliatelle al pomodoro con cozze e ortaggi di stagione

Canederli al formaggio, ovvero i KaseKnödel (a modo mio)

…enniente a me i canederli (Knödel) ricordano gli inverni degli anni ’80, quando andava di moda fare la settimana bianca e i miei genitori portavano me e mio fratello a sciare in Alta Badia. Se devo dirvi la verità, a me la neve non è mai piaciuta e di sciare non mi importava un fico… Continua a leggere Canederli al formaggio, ovvero i KaseKnödel (a modo mio)

Gnocchi di patate alle ortiche con sugo di mazzancolle

8 marzo, Festa della Donna, una ricorrenza di cui me ne è sempre fregato quanto la temperatura in questi giorni, cioè meno di zero. Quest’anno ho però deciso di dare una mano a Silvia Lana e Ilaria Marchesini e alla loro campagna #nonsibaratta che, in maniera creativa e divertente, vuole sensibilizzare sui diritti delle donne. “La campagna è nata dal… Continua a leggere Gnocchi di patate alle ortiche con sugo di mazzancolle

… e la trippa alla romana?

Il calendario alimentare di Nonna Idima aveva qualcosa in comune col calendario gregoriano: la granitica prevedibilità. Giovedì gnocchi, venerdì pesce, sabato trippa per lei non erano semplici modi di dire, ma vere e proprie prescrizioni gastronomiche, alle quali si atteneva scrupolosamente. A onor del vero, mio nonno Tiziano, il marito di Idima, spesso sparigliava le carte in tavola,… Continua a leggere … e la trippa alla romana?

La trippa alla Fiorentina del Beccaio di San Lorenzo

Mio nonno, Tiziano Fughelli, classe 1926, fornaio in Bologna, apparteneva alla generazione che non sapeva cosa fossero le “ferie” né cosa significasse la parola “vacanze”. Ad eccezione di Natale e Pasqua, il Panificio Fughelli era sempre aperto e anche durante le feste comandate nonno scendeva comunque in forno a pulire locali e attrezzature oppure a… Continua a leggere La trippa alla Fiorentina del Beccaio di San Lorenzo