Tagliatelle con gambuccio e limone “alla romagnola”

Mio babbo si chiama Anacleto. Googlando in rete ho scoperto che è un nome greco, poi latinizzato, che significa “invocato, chiamato” e se penso a quante volte al giorno mia mamma lo chiama sono sempre più convinta che nel proprio nome ognuno di noi c’ha scritto il suo destino. Secondo altri, Anacleto significherebbe “privo di colpa,… Continua a leggere Tagliatelle con gambuccio e limone “alla romagnola”

I Piemontesi, ovvero i biscotti alle nocciole per definizione

Cosa deve fare una a casa in malattia, oltre a dormire, leggere e guardare la tv distesa sul divano? Dei biscotti, ovviamente. Ieri sera mi ha chiamato un’amica piemontese che non vedevo né sentivo da tempo. Aveva letto su Facebook che sono stata operata e voleva sapere come sto. Come sto? Mumble, mumble… Benino, ma… Continua a leggere I Piemontesi, ovvero i biscotti alle nocciole per definizione

Le fave dei morti, ovvero non importa che siate vivi o morti ma che abbiate denti buoni

Mia nonna – Zappi Idima, detta Norina – era figlia della ferrarese Clementa e del ravennate Anacleto e fu moglie del bolognesissimo Tiziano. La sua cucina fu fusion per forza di cose e ben prima che inventassero questo termine. Tra le sue ricette ho trovato quella delle fave dei morti (romagnole) e questa precisazione geografica mi ha fatto riflettere… Continua a leggere Le fave dei morti, ovvero non importa che siate vivi o morti ma che abbiate denti buoni

Cronache dal Laboratorio, giorno 1. Filetto di maiale con schiacciatina di patate al cumino e salse di spinaci e rapa rossa

Cari amici, come vi avevo anticipato qualche post fa, ieri sera nella sede di Bologna della Food Genius Academy c’è stata una cena a tema alla quale ho partecipato in veste di pétite chef insieme ai miei amici pétits chefs Michela, Sandro e Fabrizio e alla nostra tutor Fabiola Ciarleglio! Il tema era “la cucina del Trentino –… Continua a leggere Cronache dal Laboratorio, giorno 1. Filetto di maiale con schiacciatina di patate al cumino e salse di spinaci e rapa rossa

Di musiche balcaniche, danzatori zingari e biscotti sablé con farina di miglio e arancia

Ieri pomeriggio io e Sofia siamo state a “Giovedì a Colori“, il mercato settimanale che Campi Aperti  – un’associazione di produttori e consumatori del territorio bolognese che sostiene l’agricoltura biologica – organizza in Piazza dei Colori. Sofia ha preso la sua razione di carezze sparse e io ho comprato la farina di miglio dell’azienda agricola Carla Zanarini,… Continua a leggere Di musiche balcaniche, danzatori zingari e biscotti sablé con farina di miglio e arancia